L’Audiencia Nacional spagnola solleva la questione pregiudiziale alla Corte di Giustizia UE su un caso riguardante il motore di ricerca Google

Il caso era stato originariamente deciso dall’autorità spagnola per la protezione dei dati personali nel 2010 e riguardava una domanda fondata sul diritto all’oblio, sub specie diritto di rimozione, in relazione ad alcune informazioni apparse su un giornale spagnolo e rese consultabili on-line da Google. L’autorità spagnola aveva adottato una risoluzione contro Google Spain S.L. e Google Inc. sollecitando la società ad intraprendere le iniziative necessarie per rimuovere i dati indicizzati e precluderne il futuro accesso. Questa decisione è stata poi impugnata da Google Inc. e Google Spain e nel corso del procedimento la corte ha sollevato alcune questioni pregiudiziali alla Corte di Giustizia dell’Unione, con riguardo a tre aspetti:

– l’applicabilità della legge nazionale di uno stato membro in materia di protezione dei dati, qualora società non stabilite nell’Unione gestiscano motori di ricerca i cui servizi sono consultati e destinati anche ai cittadini di tale nazione;

– il ruolo assunto da tali società nel trattamento dei dati;

– la tutela del diritto all’oblio.

 Qui la pronuncia.

Questa voce è stata pubblicata in dati personali, diritto all'oblio, Google, motori di ricerca, privacy. Contrassegna il permalink.