Cina: pubblicata la bozza delle “Provisions on the Administration of Internet Information Services”

La bozza, pubblicata dal Ministero dell’Industria e dell’Informazione il 27 luglio, contiene alcune regole in materia di protezione dei dati personali destinate ai provider.

Nello specifico si vieta ai fornitori di servizi Internet di raccogliere, senza il consenso dell’utente, dati che – da soli o combinati con altri – siano in grado di fornire informazioni sull’identità dell’utente. Inoltre gli ISP dovranno limitarsi a raccoglie solamente le informazioni personali necessarie per i servizi richiesti, rendendo edotti gli utenti circa l’acquisizione ed il trattamento dati, indicandone le finalità connesse. Non saranno consentiti trattamenti per finalità eccedenti rispetto a quelle indicate e sarà vietata la comunicazione dei dati raccolti a terze parti senza il consenso dell’utente.

Nella bozza si precisa in ogni caso che sono fatte salve le diverse o contrastanti disposizioni contenute in altre leggi o regolamenti amministrativi (si pensi ai poteri di acceso da parte dei soggetti pubblici).

In materia di accesso illegittimo alle banche dati, la bozza prevede infine che qualsiasi violazione dei dati suscettibile di comportare gravi conseguenze debba essere immediatamente segnalata dal provider al Ministero dell’Industria e dell’Informazione.

Questa voce è stata pubblicata in Cina, dati personali, Internet, responsabilità dei provider. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...